Career

Early sound cinema e versioni multiple, il caso Dracula di Tod Browning

Description
Spesso relegato ai margini dagli studi sul cinema e spiegato in maniera superficiale, come provvisoria soluzione all’esigenza di traduzione nata dall’introduzione del parlato, quello delle versioni multiple è un capitolo della storia del cinema che,
Categories
Published
of 87
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Share
Transcript
  UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO Facoltà di Studi UmanisticiCorso di Laurea Triennale in Scienze dei beni culturali   Early sound cinema e versioni multiple: il caso  Dracula  di Tod Browning Elaborato finale di: Martina Alessia PARRI Matr. n. 856110Relatore:Chiar.mo Prof. Emilio SALA Anno Accademico 2016/2017    Indice IntroduzioneCapitolo I.Le versioni multiple I.1Tradurre un film: sottotitoli, doppiaggio, film fonetici e la scelta delle versioni multiple I.1.1 Transazione al sonoro e mercato internazionale I.1.2 Versioni multipleI.2Le versioni multiple: un fenomeno difficile da definire I.2.1 Linee generali I.2.2 Produttori maggioriI.3Il paradosso: la versione multipla come esportazione di un prodotto nazionale adattato ad un’altra cultura I.3.1 Paradosso ontologico I.3.2 Metodi di produzione: le strategie per il successo I.3.3 Similarità: corrispondenze e differenzeI.4Analisi di un contesto particolare: Hollywood negli anni ’30 e le versioni in lingua spagnola I.4.1 Hollywood: un contesto complesso ed eterogeneo I.4.2 Censura e codice Hays I.4.3 Target d’esportazione e Hollywood ispanica Capitolo II.Dracula: dalla letteratura alle rappresentazioni II.1Il romanzo e gli adattamenti successivi II.1.1 Il romanzo (1897) II.1.2 Dal romanzo al palcoscenico: Londra e Broadway (1924 e 1927) II.1.3 Dal romanzo al grande schermo: Nosferatu (1922)II.2Il progetto Universal: Dracula di Tod Browning e Drácula di George Melford (1931) II.2.1 Origini del progetto II.2.1 La versione in lingua inglese:  Dracula  di Tod Browning (1931) II.2.1 La versione in lingua spagnola:  Drácula di George Melford (1931)II.3Analisi comparata della versione originale di Browning con il Drácula di G. Melford ConclusioniBibliografia e sitografia 1    2  Introduzione Spesso relegato ai margini dagli studi sul cinema e spiegato in maniera superficiale, come provvisoria soluzione all’esigenza di traduzione nata dall’introduzione del parlato, quello delle versioni multiple è un capitolo della storia del cinema che, ancora oggi, porta con sé un alone di mistero. Si è a lungo pensato che, nei primi anni Trenta, non esistessero pratiche alternative – oltre a quella di girare un film più volte in diverse versioni linguistiche – che consentissero alle case di produzione di distribuire i propri prodotti in paesi stranieri e di conservare così il proprio mercato d’esportazione. Inoltre, la difficoltà di risalire ai materiali srcinali per operarne un’analisi, ha spesso scoraggiato l’approfondimento delle indagini sulla prassi delle versioni multiple portando gli studiosi ad accontentarsi di una definizione sbrigativa, unitaria e alquanto limitata del fenomeno. Un testo cinematografico è infatti strettamente funzionale al suo contesto di produzione e distribuzione e, in quanto tale, per sopravvivere in condizioni differenti subisce nel tempo operazioni di restauro e interventi di riedizione che ne modificano per sempre la natura srcinaria, privando la storia del cinema di un documento capace di rivelare aspetti significativi del proprio contesto di provenienza sia dal punto di vista storico, sia ideologico, che culturale. Una versione multipla non può considerarsi come una semplice traduzione di un testo srcinale, ma merita un’indagine più approfondita che la analizzi in quanto testo dotato di una propria autonomia. Solo una volta riacquisito il suo valore autonomo, essa può essere esaminata come un’importante testimonianza di quelli che erano i metodi di produzione e rappresentazione che investivano, negli anni Trenta, diverse aree del settore cinematografico. Il presente elaborato è volto ad andare oltre alla definizione superficiale del fenomeno attraverso un’analisi approfondita della prassi delle versioni multiple per poi esaminarne una specifica manifestazione. Esso si compone di due parti distinte: il primo capitolo introduce l’argomento in quattro distinti paragrafi che, a partire dalla genesi e dalla definizione generale delle versioni multiple [par .I.1] ne approfondiscono i caratteri problematici [par I.2] per ri elaborarne la definizione e il significato, facendo emergere nuove prospettive connesse al fenomeno [par I.3]. Tali considerazioni vengono poi applicate all’osservazione delle versioni multiple entro il contesto specifico della Hollywood degli anni Trenta [par I.4]. Osservazione che, oltre a verificare quanto illustrato precedentemente, fornisce le premesse necessarie allo sviluppo della parte successiva della trattazione.Il secondo capitolo è dedicato all’ analisi accurata [par II.1, II.2] e comparata [par II.3] di un caso particolare di versioni multiple: quello delle due versioni 3
Search
Similar documents
View more...
Tags
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks
SAVE OUR EARTH

We need your sign to support Project to invent "SMART AND CONTROLLABLE REFLECTIVE BALLOONS" to cover the Sun and Save Our Earth.

More details...

Sign Now!

We are very appreciated for your Prompt Action!

x