Products & Services

Filmologia = La questione dell'autore e le varianti => Rossellini e i film plurali

Description
Rossellini-appartenente a un ceto altolocato-aveva intrapreso la carriera cinematografica prima della guerra, sotto il fascismo, grazie alla sua amicizia con Vittorio Mussolini (proprietario di una rivista su cui scriveva tutta la creme di
Published
of 45
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Related Documents
Share
Transcript
  FilmologiaRossellini: inquadramento professionale e film precedenti al dopoguerra TRILOGIA DELLA GUERRA RESISTENZIALE (POST-BELLICA) Rossellini - appartenente a un ceto altolocato - aveva intrapreso la carriera cinematografica prima della guerra, sotto il fascismo, grazie alla sua amicizia con Vittorio Mussolini ( proprietario di una rivista su cui scriveva tutta la creme di intellettuali che poi aderirono all’antifascismo ) ottenendo un successo internazionale. Il suo ruolo  fu di fondamentale importanza non solo entro la storia del cinema (considerato il Griffith italiano) ma dell’intera storia d’Italia cambiando l’opinione pubblica internazionale sugli italiani => anni in cui il cinema era il principale mezzo di comunicazione di massa  rivelandosi capace di influenzare l’opinione pubblica - RUOLO   POLITICO : Il suo potere era arginato e direzionato dalla CENSURA : cercava di promuovere -attraverso azioni para-governative più o meno esplicite ( premi, finanziamenti etc... )- mezzi  che potevano garantire un certo ritorno di immagine = uno di questi era il cinema => Il suo film Roma città aperta    riuscì ad ammorbidire l’opinione pubblica internazionale sugli italiani, nonostante avessero partecipato alla II GM a fianco di Giappone e Germania - film estremamente complesso, che -anche con dei falsi storici- è riuscito a restituire l’immagine di un’ Italia i cui abitanti erano vittime del fascismo. -   T  RILOGIA   DELLA   GUERRA   FASCISTA -  RESISTENZIALE   (improntata di neorealismo): => Verso la fine della II GM, il film 1-   Roma città aperta (1945): racconta, quasi in presa diretta, le  sofferenze della popolazione italiana nel periodo in cui Roma fu dichiarata città aperta e messa  sotto il controllo dei Nazisti => l’Italia a a fianco degli alleati vs  tedeschi: il film mostra le azioni di  lotta di partigiani comunisti e cattolici  contro il nazifascismo> Film neorealista che incassò più di tutti > Considerato film capostipite del neorealismo: l’inizio del movimento viene fatto coincidere con la data di uscita del film =>   Esito positivo  entro opinione pubblica italiana e internazionale  => gli americani e insistettero sulla distribuzione del film all’estero per sfruttare il potere che il film aveva avuto sull’opinione pubblica  per condizionarla a loro favore Necessità  => far passare come positivo il loro intervento in guerra CINEMA : POTENTE   MEZZO   DI   COMUNICAZIONE   E   MANIPOLAZIONE   DI   MASSA   => Per questo motivo, gli americani investirono nella realizzazione di 2- Paisà (1946) :    film in cui partigiani italiani e americani  combattono, in diversi episodi, fino a che, nell’ultimo episodio sul delta del Po, diventano alleati > Ottenne svariati premi: tra cui il premio per il miglior film  e miglior regia (1947) 3-   Germania anno Zero (1948) :  ambientato nella Germania sconfitta per dimostrare la disfatta morale  del paese e della sua popolazione > Fiasco totale : film bloccato  dalla censura Siamo nel periodo della RICOSTRUZIONE   POST   BELLICA  => l’Italia sta vivendo il passaggio da monarchia a Repubblica periodo politicamente caratterizzato da  coalizioni di comunisti e democristiani  => Sconfitta comunisti e vittoria democristiani =  Andreotti nominato MINISTRO   SPETTACOLO   => Governo democratico De Gasperi: vuole sfruttare il CINEMA   DI   ROSSELLINI  in chiave pedagogico propagandistica  per gestire l’ opinione pubblica  in un contesto politico inedito. Per la molteplicità di personalità -intenti e obiettivi che stanno dietro alla realizzazione dei film Rosselliniani (a seconda dei paesi di distribuzione, produzione, realizzazione)- essi hanno subito rimaneggiamenti e furono realizzati in diverse varianti = problemi di censura/critica (ragioni politiche, culturali e commerciali). In particolare, si possono considerare film plurali quelli che vedono la collaborazione con la Bergman: girati tra il ’48 e il ’55 = anni importanti per entrambi in cui Rossellini => Apertura a a un panorama tematico più amplio => Interesse per  figure individuali  e centralità dell’ attore - N O   PROTAGONISTI   COLLETTIVI => O MOGENEITÀ   FORMALE   nonostante le varianti FILM IN COLLABORAZIONE CON BERGMAN = FILM PLURALI 6 film: cinque lungometraggi + 1 cortometraggio: - Stromboli, Europa ’51, Ingrid Bergman   (episodio del film Siamo donne  ) +  Viaggio in Italia, Giovanna d’Arco al rogo, La paura - progetti non portati a termine => ERRONEAMENTE  considerati fenomeno isolato, si inseriscono entro l ’opera Rosselliniana postbellica, proseguendone il percorso   (iniziato con  Germania anno O  ) e , allo stesso tempo, costituendo uno dei CORPUS  più DENSI   E   OMOGENEI  di tutta la sua filmografia - che prende forma nel suo farsi - costituito da opere autonome, e legate le une alle altre dal punto di vista TEMATICO   E    FORMALE   stile difficile da manipolare =“ VARIANTI   TRASPARENTI ” La PRESENZA   DELLA  B ERGMAN  si rivela cruciale  per trattare TEMI :  - Autobiografici  => riferimenti alla sua vita privata, personale e professionale=> proiettati sulla figura dell’attrice  che diventa un suo alter ego  condividendo con lui esperienze di - diversità  , emarginazione, incomprensione - ossessione per i bambini - ruolo di genitori - pulsioni/impulsi - popolarità internazionale  -   Esistenziali => condizione di diversità  ed emarginazione  entro il contesto culturale - professionale - sociale di provenienza  e destinazione  (tema che lo riguarda)   Bergman : attrice versatile e diversa  per nazionalità, reputazione (rifiutata da contesto umano, culturale, professionale - Hollywood, neorealismo, critica, Chiesa = Rossellini - per le sue scelte non convenzionali) da attrici italiane. R. sfrutta  la sua  diversità  e la mette in risalto portandola agli estremi - Uso dell’attrice in chiave ANTI - DIVISTICA - S OTTRAENDOLA  a ruoli  a cui è associata solitamente e al suo contesto di srcine-  A TTRAVERSO   LA   FORMA :  uso libero  e spregiudicato  del linguaggio cinemat -   Morali-spirituali  => diversità  Bergman usata per approfondire l’interesse per la  figura di S. Francesco =>  Santo che compie un percorso di ascesa spirituale che passa attraverso una discesa materiale: salvezza nel perdere tutto   => messa in contrapposizione con una religiosità istituzionale che si adegua alle norme sociali senza accettare la diversità individuale = critica conformismo-   Politici-Sociali attualità => critica dell’inadeguatezza  delle istituzioni religiose, politiche e sociali  Sono tematiche innovative e complesse , non prive di risvolti politici => DIFFICOLTÀ => di produzione e finanziamenti => accettazione da parte della critica Ciò portò R. a doversi adattare  al contesto di distribuzione, scendere a compromessi, permettere l’ intervento di terzi sulle riprese, il montaggio e la stesura del soggetto: tuttavia il suo stile rivela una forza tale da riuscire a imporsi su tutte le modifiche che i film hanno subito. F ORMA - A - APPROCCIO   INNOVATIVO :   uso libero e spregiudicato  del linguaggio cinematografico, con sperimentazione di  tecniche di ripresa/montaggio/illuminazione/  realizzazione   in funzione del messaggio che il film vuole esprimere e gli effetti che vuole ottenere => es. Mettere in risalto la diversità  della B.  - LUNGHE   SEQUENZE   IN   CONTINUITÀ  =  es. Stromboli:   riprese che mostrano il corpo B.  in contrasto   con contesto- mentre cammina/vaga per le strade   -  PRIMI   PIANI , STACCHI   NETTI , RIFIUTO   MONTAGGIO   CLASSICO , ELIMINAZIONE   DEL   SUPERFLUO  -  SOGGETTIVE   ESTREME  = es. Stromboli: sul sé in cui K. rifiuta di guardare   il contesto che la circonda    B - S CRITTURA  /  REALIZZAZIONE  “ COLLETTIVA ”: Per ottenere finanziamenti e riuscire a far produrre i suoi film, R. coinvolge nella loro realizzazione e gestazione più personalità , (a partire dalla stesura  del soggetto = sottoposto a revisioni e controlli preliminari) con idee completamente diverse per contesti di provenienza e appartenenza ideologica differente, facendo credere a tutti di piegarsi ai loro obiettivi, per poi fare quello che voleva = nonostante le varianti i suoi film hanno una forma/stile e dei messaggi che gli danno una coerenza visiva/contenutistica tale per cui l’ effetto  che producono rimane invariato  = varianti trasparenti  C - REALIZZAZIONE  “ LEGGE   DELL ’ AMALGAMA ”: ideale Baziniano che si ottiene attraverso l’unione di finzione + verità: riprese, interpreti... Interpreti: osmosi attori professionisti  e non (spesso la B. è l’unica attrice) che traggono vantaggio gli uni dagli altri Attori  = usati fuori da ruoli consueti - personaggi non  appesantiti da idee a priori: approfittano dell’ autenticità  dei non professionisti Non professionisti  = beneficiano della vicinanza coi professionisti => Per  ottenere un’ IMPRESSIONE   DI   VERITÀ  = il minimo di   menzogna   drammatica Con questi film tuttavia, R. non riesce a ottenere il successo avuto in precedenza e anzi, vive un periodo di esclusione dalla critica = OSTILITÀ  in diversi contesti - Italia: contesto più attento ai contenuti che alla forma e  diviso in due > Vaticano = vuole usare Rossellini per promuovere un Neorealismo cattolico - Critica  la condotta personale della coppia> Sinistra = accusa R. di vendersi alla Chiesa con discorsi di eccessiva spiritualità - Francia: accolto positivamente solo dai critici della Nouvelle Vague che ne apprezzano lo stile  innovativo e la retorica autoriale. - Usa: sfrutta il potenziale commerciale della popolarità di Rossellini e Bergman => Ma ne critica la condotta personale = stampa scandalistica INIZIO COLLABORAZIONE: S TROMBOLI   48’-’50   = anni di svolta  per entrambi - Bergman : attrice tedesca che aveva molto successo in America - e godeva di una DOPPIA   IMMAGINE - La stampa di settore la dipingeva con  moglie e madre perfetta  - Era una donna tutt’altro che felicemente sposata, e tra i  tanti innamoramenti  che le si attribuiscono il più importante fu quello con il fotoreporter Robert Capa.  => Nel 47’ , alla fine del suo contratto settennale con Selznick ( produttore di Via col Vento  ), dopo la rottura con Capa e aver visto Roma città aperta    scrisse una lettera a Rossellini per lavorare con lui - G li pervenne solo un anno dopo - => Nel ’48  => l’8 maggio (data simbolica) - perché la casa di produzione a cui era stata inviata aveva subito un incendio - proprio quando il successo di R. stava calando +  - Rossellini : dopo Roma città aperta   aveva visto calare il suo successo  ( Germania anno 0 e La paura  )  e, per questo motivo, colse la lettera come un’ occasione per rimettersi in carreggiata e usare la diversità dell’attrice per lavorare a un progetto che aveva già in mente => dal ’46  = rappresentazione di un conflitto culturale per  parlare dell’ alterità esistenziale attraverso un film intitolato :   Dopo l’uragano    ambientato alle Eolie con protagonista una donna straniera che, per amore, segue un pescatore in una terra povera, che non conosce, dove non ha niente. Lì si trova in contrasto con un luogo ostile caratterizzato da una natura aspra e impervia. Da questa esperienza di discesa/ascesa, assume una nuova consapevolezza , che la rende libera =S. Francesco C ONFLITTO   CULTURALE   =>   aspetto  che interessava a R.: sarà nucleo  di Stromboli    NON   ESCLUDE   COMPONENTE   MISTICA   MA   CONFESSIONALE  - Lettera della Bergman   = assume una valenza simbolica: lui le risponde dicendo di averla ricevuta l’8 maggio, proprio il giorno del suo compleanno. S TROMBOLI :   PLURALITÀ   Progetto-Stromboli: già dalla sua gestazione presenta alcune difficoltà a seconda del contesto di distribuzione. Per questo motivo si presenta in   TRE   VERSIONI   già a partire dalla sua genesi => coinvolge   figure, intenzioni, finalità   differenti   che condizionano la sua futura pluralità  - generando- NUCLEI  diversi, connessi a DIVERSI   INTENTI  =>  attorno a cui si sviluppano le varianti I - R OSSELLINI   => CONFLITTO   CULTURALE   TRA   DONNA   E   LUOGO   - E sclude  componente CONFESSIONALE  e NON  esclude COMPONENTE   MISTICA   N UCLEO   LAICO   E   MISTICO   in cui la donna SI   LIBERA   PERDENDO   TUTTO   (= S.F RANCESCO   e   =  R OSSELLINI : uscito dalla guerra estremamente impoverito) II - H OLLYWOOD : ridimensionamento   del nucleo I  in CHIAVE   MELODRAMMATICA :  forma di spettacolo di successo CONFLITTO   TRA   LA   DONNA   E   CONTESTO   NATURALE  /  UMANO   - Natura romantica e sempre presente   - suggerisce un   triangolo amoroso - Inserisce commento musicale e una voce narrante- Termina con un Happy ending  III- M ORLION : modificare   il nucleo I  in CHIAVE   CATTOLICO - PROPAGANDISTICA : - Costringendo  R. a includere , in corso di stesura, elementi confessionali  coerenti alla visione cattolica ( es. matrimonio  ) facendo emergere, a fianco al NUCLEO   LAICO   MISTICO , un NUCLEO   CATTOLICO  che sposta il conflitto culturale sul livello di un=> CONFLITTO   TRA   DONNA   E   DIO  > si salva  S OGGETTO Come già segnalato, la PLURALITÀ  tra questi film si riscontra già in fase di genesi  e stesura  del soggetto: il film nasce in circostanze piuttosto movimentate e srcinali. I DEA   - rosselliniana : Rossellini ci pensava da tempo => DAL  ’46 AVEVA   IN   MENTE   DI   LAVORARE   SULLA - S TORIA   D ’ AMORE   E   DIFFERENZA   CULTURALE   TRA   SOLDATO   AMERICANO   E   DONNA   ITALIANA  => D ESCRIZIONE   DELLA   FORZA   DI   UN   CONFLITTO   CULTURALE   CON   UN   CONTESTO   OSTILE   E   DIVERSO   PROSPETTIVA   CAPOVOLTA  - Di cui  aveva parlato   con Renzo Avanzo che gli aveva proposto di girare un film ALLE   ISOLE   EOLIE - CHE   =>   NEL  ‘48 presenta alla Bergman dopo aver ricevuto la sua lettera: I- 1948 : Prima stesura  - SCHIZZO   DI  R OSSELLINI   => romanzata sottoposta all’attrice rispondendo alla sua lettera raccontando che in un viaggio a Farfa   era rimasto colpito da una straniera   nel campo profughi che aveva sposato un soldato italiano   per seguirlo a Lipari   - dove non si trova bene, si sente intrappolata dal mare che le sbarra la fuga e spera in un miracolo   - finché non capisce il potere di n  on possedere nulla => CAMBIAMENTO   CONSAPEVOLEZZA  = S. Francesco-  Sono già presenti:   TEMI   PRINCIPALI  - SFONDO  /  SCENARIO   EOLIANO - CONTRASTO   TRA   ATTRICE   E   CONTESTO - DIMENSIONE   SPIRITUALE   E   MISTICA   A PARTIRE   DA  questa situazione  =>   si lascia trasportare dalle suggestioni in corso d’opera non aveva ancora messo a fuoco una storia ma una suggestione/situazione: R. è affascinato di attribuire alla B. la condizione della straniera CAPOVOLGENDO   LA   PROSPETTIVA  del CONFLITTO  => tra una DONNA   NORDICA  e l’ostilità di un  LUOGO   PROFONDAMENTE   DIVERSO  da lei e dall’idea che lei aveva delle isole italiane.Girando senza sceneggiatura in tempi in cui il cinema era così implicato con l’opinione pubblica e, quindi, la politica, era molto difficile ottenere i finanziamenti  => esistevano rigide regole che imponevano di depositare la sceneggiatura per poterla approvare e/o censurare. Per questo motivo, i film di Rossellini, subirono già in fase di stesura alcuni rimaneggiamenti che li portarono a perseguire linee diverse (varianti) a seconda degli intenti, delle culture e delle personalità che furono coinvolte nel loro processo di gestazione INCONTRO   CON  M ORLION  => INTERVENTO   IN   CORSO   D ’ OPERA  II-  Seconda stesura - INTERVENTO   DI  M ORLION - Porta il regista ad inserire, per la versione internazionale , una serie di elementi religiosi volti a far affiorare con più forza il TEMA   RELIGIOSO   facendo emergere un altro nucleo focale-tematico  accanto a quello del conflitto culturale e alla DIMENSIONE   MISTICO   SENSUALE  di legame con la NATURA  => CONFLITTO   RELIGIOSO  che si risolve nella conversione  grazie a cui la donna trova la salvezza. Finale: rivelazione di Dio => intervento divino - Eliminazione episodi: prologo   su convivenza femminile a Farfa   = sessualità repressa; Attesa dei giovani nei cortili di piazza Esedra; Viaggio in treno verso l’Isola; Prima notte di nozze in Hotel; Protagonista che seduce colatori di pomice e rissa; fuga sul vulcano inseguita da da donne del paese; riconciliazione con mondo animale; Ritorno al villaggio (mantenuta solo da RKO) - Mantenimento episodi: tonnara; caccia al coniglio col furetto; Cola che addenta un polipo e reazione di A.; messa coi fedeli che osservano K.; Notte al vulcano e miracolo: alba e conversione a voce alta. - N ESSUNA   VERSIONE   ORIGINALE  /  INTEGRALE : nonostante il diverso n. di inquadrature e la diversa durata ciascuna di esse contiene elementi (inquadrature-riprese- dialoghi) “srcinali” - che non compaiono negli altri due film- non è possibile riconoscere una versione integrale/srcinale. -  
Search
Similar documents
View more...
Tags
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks
SAVE OUR EARTH

We need your sign to support Project to invent "SMART AND CONTROLLABLE REFLECTIVE BALLOONS" to cover the Sun and Save Our Earth.

More details...

Sign Now!

We are very appreciated for your Prompt Action!

x