Services

Abitare la vita, abitare la storia

Description
Abitare la vita, abitare la storia
Categories
Published
of 7
All materials on our website are shared by users. If you have any questions about copyright issues, please report us to resolve them. We are always happy to assist you.
Related Documents
Share
Transcript
   bitarelavita abitarelastoria  curadiMariaConcettaSala  propositodiSimoneWeil MARIETTI 1820    Indice MariaConcettaSala, Lalinfaeillievito MariellaPasinati, Lafragilebellezzadellacittà ChiaraZamboni, Lacittàèunponteversoaltro GiancarloGaeta, L idealepoliticodiunacittà amisurad uomo RitaFulco, Potere,violenza,governodellacittà StefaniaMacaluso, Ilrespirodellacittà BrunaGambarelli, Unsensonuovo MassimilianoMori, Unostiledivitasostenibile GisellaModica, PalermocomeVenezia DanielaDioguardi, Un altrapolitica Notadellacuratrice   3141496173 79 859399 Elencodellesigledelleopere Bibliografiagenerale Profilidelleautriciedegliautori 103107111  ~onc èunlì,lì»scrivevaGertrudeSteinin Autobiografia ditutti narrandodelsuoritornodopomoltianninellacittàin cuieracresciutaecheleeradivenutaormaiirriconoscibile:la vecchiacasademolita,ipendiierbosisostituitidallaspecula- zioneedilizia.Ciraccontalanostalgiadiunmondoperduto edicomelascomparsadipuntidiriferimentofisici-edella dimensioneumanacheliabita-sitraducainperditadiidenti- tà,alienazionedaglispazidelproprioessere.Siamoinmolte/i, credo,adaverprovatolostessosensodiestraneitàediperdita. Unacittàchenonèun lì ,èun nonluogo ,definizionechebensiadattaadescriveregliesitidicertiprocessiditrasfor-mazionechehannosfiguratolenostrecittàgenerandoambientiurbaniesobborghisenzaidentità,quartieridesolatiodegrada- ti,senzavoltoequalità,centristoriciprivatideipropriabitanti, snaturatinellelorofunzioni,mercificati. Tuttelecittàcorronoilrischiodidiventare nonluoghi . Tuttelecittà,VeneziacomePalermo-accomunatenellamostra Lacittàsalvata.OmaggioaSimoneWeil- sonocostantementeespostealleminaccedellaforzanellediverseformechequesta puòassumere.Lalorobellezza(econessailnostroviverlein armonia)èperennementearischio:nonessendoaldifuoridel tempo,cosìcomeèstatacreata,labellezzasipuòdistruggere. Nonsitratta,tuttavia,soltantodegliaspettifisicieambien- tali;lacittàèinfattiluogodellaconvivenzaedelviverecivile, luogodirelazionie,cometale,luogopereccellenzadimedia- zioni,quindidipolitica.Anchesottoquestoprofilolenostrecittàsonovulnerabili,tuttepotenzialmente nonluoghi sedi- sordine,disfunzionieinsensatezza,chespessoinvestonooggi    ABITARELAVITA ABITARELASTORIA ilsensostessodellaconvivenzacivile,lecolpisconocausando disorientamento,sensodialienazione,sradicamento. Lamostra Lacittàsalvata eleiniziativecorrelatesononate dall amoreperlacittà,perl arteeperlapolitica,dallavolontà diinterrogarcisulpresentedelnostroviverelacittà,apartire daldesideriodifarviesistererelazioni,politica,bellezzaperché, comescrivevaSimoneWeil,«lecittàumane[...]avvolgonodi poesialavitadicolorocheviabitano»  Formedell amoreimpli- citodiDio, AD,p.138). Perquestosonoindispensabiliracconto,confronto,condi- visione:suqualecittàdesideriamo,adesempio,conchivoglia- mocondividerlaeinchemodo,mettendoingiocolaportata innovativaeappassionatadiunagirepolitico,comequellodelle donne,sganciatodaimeccanismidelpotere... Dichedesideriositratta?Provoapartiredatrequesnoni chestannoacuoreame,tenendocomelineeguidail saper vederelabellezza el esigenzadi risvegliarel amoreelacura necessarieanondistruggerla .Occorre,infatti,comeinsegna SimoneWeil,«discernere»e«amare[...]lefragilipossibilità terrestridibellezza,difelicitàedipienezza»;«desideraredi preservarletutte»e«làdoveessesonoassenti»,«desideraredi rianimarecontenerezzalepiùpiccoletraccediquellechesono esistite,ipiùpiccoligermidiquellechepossononascere»  Stia-molottandoperlagiustizia?, 1943,CE,p.186)perchélacittà possaesserepreservatanonsoloperlasuab~~ezzafis~can:a inquantotessutovivodirelazioni,risorsaspirituale,rimedio controlaperditadiséelosradicamento. Laprimaquestionehaachefareconil consumo dellacittà, delterritorio,l atteggiamentopredatorioneiconfrontidiquan- toècomuneecheandrebbeinvecepreservatoecustodito.La perditadiqueibenicheabbiamoereditato,s.enza~lcun.meri~oe chedovremmosentireiobbligatiatutelareeinfatti,amioavviso, causadiimmiserimentospirituale,primaancorachemateriale. Nonacasonellasuariflessionenonsistematicasullabellez- zaSimoneWeilscriveva,fral altro,che«ilbelloèun attrazione carnalechetieneadistanzaeimplicaunarinuncia[...   SivuoI mangiaretuttiglialtrioggettideldesiderio.libelloèciòche LAFRAGILEBELLEZZADELLACITTÀ   sidesiderasenzavolerlomangiare.Desideriamocheessosia» (Q II,p.294);selosimangiasse,ilnostrodesideriodiappro- priarcenelodistruggerebbe,facendocosìvenirmenoquella .caratteristicadellabellezzache,conapparentecontraddizione, elladefiniscecome«qualcosachesimangia,unnutrimento» (PR,p.84),cioèlacapacitàdelbellodiessere,pernoi,alimento simbolicoespirituale. Vannoproprioinquestadirezione,invece,quelleesperienze che,daanniormai,hannocominciatoaripensarel abitaree l agirenellacittàenelterritorioinprimapersona,apartireda desiderinonesclusivamentemateriali,comequellodiviverei varicontestiurbanieterritorialisecondomodalitàfondatesulle relazioni,mettendoalcentrolepratichedivitaquotidianaei soggettiincarneeossa:unapproccioradicalmentediversori- spettoaquellodeglispecialistidellacittàedelterritorio,perché spostal attenzionedallacittàcostruitaallacittàvivente. Sitrattadiazioniconcrete,sperirnentazionianchecreativevolteasegnaresimbolicamentelospaziourbano,esercitatecon modalitàepratichepoliticheanchedifferentifraloromaacco- munatedaanalogoorientamento.Penso,adesempio,all opera direlazioneediconfrontopromossasuquestitemidallarete delledonnedelleCittàVicineconilcoinvolgimentodicomitati cittadini,artiste,architette/iourbaniste/i,disoggettidiversa- menteimpegnatiaconservare«vivicertitesoridelpassatoe certipresentimentidelfuturo»(PR,p.39),perdirlaancoracon SimoneWeil.Un altratematicariguardala cura dellacittà,illavorosim- bolicoepraticonecessarioperchéessacontinuiadessere,per chilaabita,luogoquotidianodibenessereediaccoglienzache strutturalanostravita. Nellacittàcontemporaneac èungrandebisognodilavo- rodicura,nonsoloperrammendareferiteapertedapratiche edilizieescelteurbanistichespessosconsiderate,piuttostoper unaridefinizioneeriappropriazionedellospaziourbanocome spazioperlavita,perrinsaldare(ocreare)legamiecomunità lìdovec èilrischiodiun estraneitàescludente.Adoperoqui iltermine cura comepraticaquotidianadivita,aldilàdella  24 ABITARELAVITA ABITARELASTORIA dimensioneprivataedell obbligatorietà del lavorodicura tradizionalmenteattribuitoalledonne:quellasapienzaequelle competenzeintornoacuiilfemminismoitalianohainiziatoa riflettere,apartiredasé,facendoneunnuovoparadigmadella convivenza. Leattivitàlegateallacura,allariproduzione,allerelazioni, infatti,sonoancoraoggirelegateinunazonaoscuradell esi- stenza,mancanoleparoleperchédiventinodiscorsocomune. Dicontro,leparolechesolitamentesiusanoperdescrivereil quotidianosonopiùspessoquelledellamento,dellarivendica- zione.Inquestaassenzadidiscorsosinascondeilvalorediun impegnochenonèconfrontabileconnessun altraattivitàdi tipoproduttivo,sebbeneillinguaggiocapacedidirnel impor- tanza,maanchelapotenzialitàcreativa,siaancorainsufficiente. Questovaloresiintravede,invece,peresempiolàdove gruppidiabitantisiprendonocuradeglispaziurbanidelpro- prioquartiere-unapiazza,ungiardino,unafontana...-opera- zionechevabenoltrelasemplicemanutenzionepoichéinveste ilegamicheconnettonounacomunità,rafforzandoli;oppurein quelleesperienzevissuteincontestipiùrispettosidelleesigenze dellavitaumanaechemostranolapossibilitàdiunapproccio diversoanchenellaprogettazioneenell usodellacittà,come avvienepiùfrequentementeneipaesidelNordEuropa. Inquestadirezione,lariflessionedelledonnesviluppataa partiredall esperienzapuòdirci(edarei)moltoperrenderele competenzedellacuradisponibiliespendibiliancheinambiti comequellodellaprogettazionearchitettonica,dellapianifi- cazioneurbanistica,dellacostruzionepoliticaepersegnarela città(el architettura)dellacapacitàdiriconoscere,praticaree rispettarelaciviltàdellacura. Anchelasapienzadell abitare,infatti,nonèneutra:uomini edonnepensanoeabitanodiversamenteglispazi,ilorocor- pidifferentisegnanoequalificanoinmodidiversiiluoghi,sia pubblicisiaprivati.   propriodell esperienzafemminiledell abitare,adesem- pio:rendereiluoghivivibilieaccoglienti,inunarelazionestori- camentefluidafracasaespaziurbani;metterealcentroilpunto divistadellavitaquotidiana,ilrapporto(spessoconflittuale) LAFRAGILEBELLEZZADELLACITTÀ  5 fraglispazielavitachevisipuòcondurre;partiredallamate- rialitàdell esistenzaedalladimensionedelcorpo.Questaespe- rienza,evidentementeantiteticarispettoadognisistematica astrazionechecancelliilcorpoperle funzioni ,puòcostituire unorientamentocapacediridaresensoeattivarenuovisaperidell abitaree,conquesti,nuoveculturedicittadinanza,ripar- tendodalcorpoperabitareeridisegnareiluoghinell otticadi unadimensionepiùintimaedomesticaincuiriconoscersiere- lazionarsiall altraloeridestareildesideriodiviverenellacittà. Unultimopuntoproblematicoèrelativoaltemadell  artee della bellezza comeelementodell agirepolitico. Sonoconvintacheilbruttoelavolgarità,chesegnanopro- fondamenteilnostrotempoeicontestiincuiviviamo,possano comprometterelanostracapacitàdiriconoscerelabellezza,fi- noacancellarneildesiderio.Pensiamosoloacomesipresenta- no,quotidianamente,lagranpartedeiluoghidelnostrovivere. Nellescuole,adesempio,ognigiornobambineebambini,ra- gazzeeragazziabitanospazispessomalfunzionantieprividi valoriformali,luoghiincuivienemenoquellachedovrebbe essereunafunzionepropria,sebbeneindiretta,dellospazioar- chitettonico,cioèeducareaivalorivisiviepercettivi. Diquestarimozionedellabellezzaedeisuoieffettinegativi hascritto J amesHillman,lostudiosoepsicanalistajunghiano chehaosservatocomelacostanteesposizionealbruttoci portianontenerecontodelmondoerendaincapacidivedere «l importanzacheilbello,rivesteperl anima»ecometale «statodiignoranza»,unasimile «an-estesia» caratterizzinola condizioneumanaattuale,finoasuscitareunveroeproprio «ottundimentopsichico[...] chehoilsospettofavoriscalapassivitàpoliticadelcittadinoeuro-americano,equindiaiuti ipoteridominantiaproseguire,senzaimpedimenti,sullaloro rottarovinosa»  Lapoliticadellabellezza, p.15). Lacittàè,ovviamente,ilcontestoincuiquestarimozione determinaleconseguenzepiùrilevantisulpianodellaqualità dellavitaedell etica;lastrutturaurbananonè,infatti,neutra: traforme,modidell abitareecomportamentic èunrappor- tostretto,sebbenenondeterministico.Nellastoriarecentedei
Search
Tags
Related Search
We Need Your Support
Thank you for visiting our website and your interest in our free products and services. We are nonprofit website to share and download documents. To the running of this website, we need your help to support us.

Thanks to everyone for your continued support.

No, Thanks